Tutti gli articoli di frantic

BaBeL2 – Nadia LenBaBeL2 – Nadia Len

Nadia Len
anonymous
Nadia Len

Nadia Len è una ricercatrice politicamente attiva, film maker coinvolta in molti progetti creativi. I suoi interessi includono la teoria dei media, il fallimento in lotte politiche, l’uso del territorio e la proprietà, la storia e la filosofia. Ha trascorso la maggior parte della sua vita in giro per l’Europa coinvolta in diverse lotte politiche e vuole ancora cambiare il mondo.

BaBeL2 music – WARBEARBaBeL 2 music – WARBEAR

Warbear
WARBEAR
WARBEAR DJset 17.05.2012

Warbear ha prodotto ed è stato resident Dj di feste ed eventi diversi. Attualmente è resident al FABtory di Berlino con le sue due produzioni: Mirror Mirror e la FAB evento queer. I suoi stili sono radicati in due aree: melodie esplosive suicide per la macellazione di una pista da ballo con una costante ricerca sui bootleg impossibili, mentre il secondo è un progetto di back2back con la romana Dj Trix chiamato TWB (TrixWarBear) dove la techno diventa il modello principale in cui introdurre musica incredibilmente strana, campioni vocali, strumenti, rumori bianchi e parole parlate.
warbear.org

BaBeL2 – Gluck channel TVBaBeL2 – Gluck channel TV

Gluck channel TV

Gluck channel TV

Glückchannel è una piattaforma di comunicazione nata circa un anno fa con l’ambizione di crescere come soggetto aperto e collettivo e diventare un’opportunità per creare occasioni di dibattito e confronto con l’obiettivo di esplorare, attraverso lo strumento digitale, il ruolo centrale che l’architettura ha sulla vita di ognuno di noi e quanto questa disciplina influenzi direttamente le scelte che compiamo giornalmente. Un contenitore attivo senza limiti spaziali, focalizzato sul rendere l’architettura un tema condiviso e partecipato, un modo per parlare di architettura toccando in modo diretto la vita quotidiana delle persone. Glückchannel intende distribuire e produrre eventi, rubriche, interviste, approfondimenti, incoraggiando la partecipazione degli utenti alla nostra programmazione e la condivisione della conoscenza. Un nuovo format per catalizzare pensieri ed energie inediti che si muovono nelle pieghe di un territorio che si reinventa continuamente alla ricerca di nuove forme dell’abitare.

gluckchannel.tv

BaBeL2 – Globster_ABaBeL2 – Globster_A

Globster_A
Globster_A progetto muffe
Globster_A

GLOBSTER_ A collettivo di architettura fondato da Erika Marangi , Chiara Casco e Massimiliano Amati in occasione del BABA festival, il festival di arti irregolari ed eccentriche di Roma; il collettivo partecipa all’evento BABA costruendo un plastico fatto di gomme da masticare filate intorno ad una struttura di aste di legno ancorate ad una base di poliplat. Quel che ne è risultato è uno scenario organico, concettualmente simile ad un termitaio, dove il materiale da costruzione deriva direttamente dall’elaborazione chimica del corpo che immagina e produce Architettura. Come le formiche, anche i Globster_A condividono la loro saliva nell’ambizione di configurare una spazialità progressiva, che cresce a ritmo di mascelle, producendo forme inaspettate.
globster-a.tumblr.com

BaBeL2 – Interazioni urbaneBaBeL2 – Urban interactions

Interazioni Urbane

Interazioni Urbane

Interazioni Urbane è un’Associazione di Promozione Sociale, composta da giovani architetti e arricchita dal quotidiano apporto di professionisti di altre discipline sociali. L’Associazione non ha fini di lucro ed ha per scopo l’elaborazione, promozione e realizzazione di progetti di solidarietà sociale, tra cui l’attuazione di iniziative educative e culturali. Principale obiettivo dei progetti e delle iniziative promosse è l’elaborazione di soluzioni creative per intervenire nei contesti disagiati delle realtà urbane contemporanee e sensibilizzare la cittadinanza ai diritti umani nella loro universalità. L’Associazione persegue altresì finalità di cooperazione internazionale negli ambiti del recupero e della riqualificazione urbana. Affrontiamo situazioni di emergenza abitativa, ambientale e sociale mettendo a frutto la nostra creatività e professionalità. Sperimentiamo e documentiamo nuove forme di partecipazione nel processo progettuale e realizzativo degli interventi promossi. Cooperiamo con enti, istituzioni e comunità locali per intervenire attivamente e creativamente nei “luoghi irrisolti” delle realtà urbane. Interagiamo con studenti e professionisti al fine di promuovere lo scambio e il confronto culturale, attraverso workshop, mostre, conferenze, eventi e altri momenti di aggregazione. Concretizziamo i nostri intenti mediante un laboratorio creativo itinerante e multiforme.
interazioniurbane.org

BaBeL2 -DYM 0.0.1BaBeL2 -DYM 0.0.1

DYM 0.0.1

DYM 0.0.1

DYM è un gruppo eterogeneo di designer, architetti e artisti visuali, che sperimenta le possibilità dei media interattivi come mezzo espressivo da attuare nei contesti urbani. Si pone l’obiettivo di creare esperienze sinestetiche, concentrandosi sull’informazione e sullo spostamento di senso che l’immaginario video può generare in contesti non usuali. E’ un progetto aperto e in continua evoluzione che si adatta di volta a contesti specifici.

BaBeL2 – Mecanics for dreamersBaBeL2 – Mecanics for dreamers

mecanics for dreamers
mecanics for dreamers_trattore sonico
Mecanics for dreamers

E’ un percorso di costruzione di macchine meccanico-analogiche che producono suoni e risvegliano la meraviglia. Le macchine nascono dal riutilizzo creativo di materiali di riciclo e scarto industriale. Da questo laboratorio sono nate le macchine musicali de L’Océan e dell’ ESPERIMENTO PIROFONIA. Fino ad oggi sono state ideate, progettate e costruite macchine che funzionano e producono suoni attraverso l’acqua, l’aria, il fuoco; esse sono i principali strumenti utilizzati nella performance assieme a un basso+effetti+mixer audio…suoni rumori melodie nascono dal vulcano primordiale come dal mondo industriale…la performance oltre che sonora è fortemente visiva e di grande impatto scenico.
tana-creatures.it

BaBeL2 – VjitBaBeL2 – Vjit

VJIT

Vjit

Dalila D’Amico, Francesco Iezzi e Maria Costanza Barberio lavorano insieme da 4 anni nella decisione di congiungere le loro apparentemente differenti prerogative in un unico linguaggio, quello della video performance live che si riversa in diverse esperienze: dal video teatro alla video installazione, dalla visual art al video mapping. Vjit ha sede a Roma, è assieme un gruppo di ricerca artistica e una compagnia teatrale. Nasce formalmente come associazione culturale nell’aprile del 2010 col nome E.E.P. (esse est percipi), quando i giovani fondatori e aderenti, prima già insieme in spettacoli di teatro e altre attività artistico-culturali, decidono di riunire le proprie conoscenze e competenze, i loro linguaggi espressivi e percorsi di formazione, per lavorare in sintonia e autonomia: proponendo azioni, interventi e iniziative in cui l’incontro delle arti solleciti ardore civile e sociale, attualizzi la memoria, favorisca integrazioni e valorizzi l’universo creativo dei giovani, così sottraendoli all’omologazione e alla rinuncia all’impegno. Da 3 anni portano avanti le loro ricerche con il nome Vjit, collettivo con il quale collaborano con diverse organizzazioni
della capitale, tra le quali la Claypool’s Family, che nell’occasione del video mapping pensato per il Festival Babel si occuperà del suo commento sonoro. Trasfigurare la realtà per trovarne aspetti sorprendenti, spesso trascurati dall’occhio nudo, spiazzamento percettivo e nuove modalità di interazione audio/video rappresentano la loro costante, perchè “video”è l’atto stesso del guardare…
myspace.com/transmission.roma

BaBeL2 movie – Abbiamo un problemaBaBeL2 movie – We have a problem

Abbiamo un problema / Cane Capovolto

Domenica 20 H18

Il gruppo Canecapovolto è stato fondato a Catania nel 1992 sul modello della confraternita filosofica. La ricerca di CC passa attraverso varie esperienze che privilegiano la matrice scientifica della comunicazione e soprattutto la sua risposta nello spettatore. Le tematiche affrontate fanno costante riferimento all’universo sociale, con una considerazione particolare per la società dello spettacolo e l’Uomo-massa, che rinsalda un legame con alcune pratiche di matrice situazionista. E’ tra le zone d’ombra tra ascolto e visione che cc ha fondato la sua identità ed il suo messaggio.
canecapovolto.it