Archivi categoria: Abitare Critico

BaBeL2 talk – Teddy Cruz-BaBeL2 talk – Teddy Cruz

Teddy Cruz

Teddy Cruz bio

Nel 1991 Teddy Cruz ha ricevuto il prestigioso Rome Prize in Architecture. Nel 2005 è stato il primo vincitore del James Stirling Memorial Lecture On The City Prize, by the Canadian Center of Architecture and the London School of Economics. Nel 2008 è stato selezionato per rappresentare gli Stiti Uniti alla Biennale di Architettura di Venezia e ha fatto parte della mostra Small Scale, Big Change al MoMA di New York. Nel 2011 è stato premiato al Ford Foundation Visionaries Award con il Global Award for Sustainable Architecture dal Museo Nazionale di Architettura Francese e la rivista Fast Company lo ha nominato come uno dei 50 progettisti più influenti d’America. Teddy Cruz è attualmente professore in public culture and urbanism al Visual Arts Department at University of California, San Diego e co-fondatore del Center for Urban Ecologies.
estudioteddycruz.com

Teddy Cruz

Teddy Cruz bio

Teddy Cruz received the prestigious Rome Prize in Architecture in 1991 and in 1997 received a Master in Design Studies From Harvard’s University Graduate School of Design. In 2005, he was the first recipient of the James Stirling Memorial Lecture On The City Prize, by the Canadian Center of Architecture and the London School of Economics. In 2008 he was selected to represent the US in the Venice Architecture Biennal and was part of the important exhibition Small Scale, Big Change: New Architectures of Social Engagement at the Meseum of Modern Art in New York in 2010. In 2011, he was a recipient at the Ford Foundation Visionaries Award, the Global Award for Sustainable Architecture by the French National Museum of Architecture and was named one of the 50 Most Influential Designers in America by Fast Company Magazine. Teddy cruz in currently a professor in public culture and urbanism in the Visual Arts Department at University of California, San Diego, and the co-founder of the Center for Urban Ecologies.
estudioteddycruz.com

BaBeL2 talk – Todo por la praxis-BaBeL2 talk – Todo por la praxis

Diego Peris

Todo por la praxis bio _ Diego Peris

TODO POR LA PRAXIS nasce nel 2007 sebbene operi già dal 1999. Il gruppo è formato da un team multidisciplinare con membri provenienti da varie discipline come l’architettura, arte, diritto, informatica e l’antropologia. TODO POR LA PRAXIS è definita come un laboratorio di progetti estetici di resistenza culturale, un laboratorio che sviluppa strumenti per l’intervento nello spazio pubblico. L’obiettivo finale è di generare un catalogo di strumenti e azioni, socialmente efficace, diretto a garantire il diritto alla casa e il diritto alla città.
todoporlapraxis.es

Diego Peris

Todo por la praxis bio _ Diego Peris

Although it operates since 1999, TODO POR THE PRAXIS was established in 2007. The group consists of a multidisciplinary team with members from various disciplines such as architecture, art, law, computer science and anthropology. TODO POR THE PRAXIS is defined as a laboratory of aesthetic projects of cultural resistance, a laboratory that develops strategies for intervention in public space. The final aim is to generate a socially effective catalog of tools and actions to ensure the right to housing and the right to the city.
todoporlapraxis.est

BaBeL2 talk – Todo por la praxis-BaBeL2 talk – Todo por la praxis

Massimiliano Casu

Todo por la praxis bio _ Massimiliano Casu

TODO POR LA PRAXIS nasce nel 2007 sebbene operi già dal 1999. Il gruppo è formato da un team multidisciplinare con membri provenienti da varie discipline come l’architettura, arte, diritto, informatica e l’antropologia. TODO POR LA PRAXIS è definita come un laboratorio di progetti estetici di resistenza culturale, un laboratorio che sviluppa strumenti per l’intervento nello spazio pubblico. L’obiettivo finale è di generare un catalogo di strumenti e azioni, socialmente efficace, diretto a garantire il diritto alla casa e il diritto alla città.
todoporlapraxis.es

Massimiliano Casu

Todo por la praxis bio _ Massimiliano Casu

Although it operates since 1999, TODO POR THE PRAXIS was established in 2007. The group consists of a multidisciplinary team with members from various disciplines such as architecture, art, law, computer science and anthropology. TODO POR THE PRAXIS is defined as a laboratory of aesthetic projects of cultural resistance, a laboratory that develops strategies for intervention in public space. The final aim is to generate a socially effective catalog of tools and actions to ensure the right to housing and the right to the city.
todoporlapraxis.est

BaBeL2 talk – MAP-it-BaBeL2 talk – MAP-it

Thomas Laureyssens

Thomas Laureyssens bio

Thomas Laureyssens (1976) è artista, ricercatore e interaction-designer. Il suo lavoro, ispirato sulla cartografia e le interazioni umane nelle città, è stato dimostrato da Argos, Rhizome e Z33. E’ un insegnante e ricercatore di dottorato nel campo delle arti (MAD-facolty, FAK – KU Leuven) sui giochi e sugli interventi ludici per gli spazi urbani e su come questi possono essere utilizzati per sviluppare la socialità di un ambiente. Ha co-creato MAP-it, un toolkit partecipativo di mapping.
toyfoo.com
map-it.be

Thomas Laureyssens

Thomas Laureyssens bio

Thomas Laureyssens (1976) is artist, researcher and interaction-designer. His work, inspired on cartography and human interactions in cities, was shown by Argos, Rhizome and Z33. He is a teacher and PhD researcher in the arts (MAD-faculty, FAK – KU Leuven) on games and ludic interventions for urban space, and how they can be used to create a more social environment. He co-created MAP-it, a participatory mapping toolkit.
toyfoo.com
map-it.be

BaBeL2 talk – Warbear-BaBeL2 talk – Warbear

Francesco Macarone Palmieri

Francesco Macarone Palmieri (aka WARBEAR) bio

Francesco Macarone Palmieri  aka Warbear è un personaggio frenetico che oscilla in campi quali la ricerca teorica, la musica, il cinema, l’arte contemporanea e la produzione culturale. E’ un antropologo sociale e uno stimolatore di confronto internazionale in studi culturali in particolare sulle culture del sesso, l’attivismo queer e la pornografia. Ha pubblicato una serie di libri e saggi in italiano, inglese, francese, spagnolo e turco con editori e riviste internazionali. Collabora con diverse istituti di ricerca, Università e giornali.
warbear.org

Francesco Macarone Palmieri

Francesco Macarone Palmieri (aka WARBEAR) bio

WARBEAR aka as Francesco Macarone Palmieri is a hectic character swinging across such fields as theorical research, music, cinema, contemporary art and cultural production. He is a social anthropologist and an international stimulator of confrontation in Cultural Studies with a focus on sex cultures, queer activisms and pornography. He published a series of books and essays in Italian, English, French, Spanish and Turkish with international editors and magazines. He works with different Research Istitutes, Universities, Editions and Newspapers.
warbear.org

BaBeL2 talk – Sciatto Produzie-BaBeL2 talk – Sciatto Produzie

Francesca Iovino

Francesca Iovino bio

Francesca Iovino è una ricercatrice indipendente con un dottorato in progettazione architettonica e pianificazione territoriale. Dopo una prima esperienza di ricerca finanziata dal ministero degli esteri presso T.U. di Delft (Olanda) sull’evoluzione delle politiche di intervento e delle strategie progettuali riguardanti la pianificazione residenziale di nuove aree metropolitane , successivamente è visiting professor alla Prima Facoltà di Architettura di Roma – con un’approfondita esperienza come relatore di laboratori di tesi per progettazione residenziale sperimentale. Team leader presso SCIATTO produzie con  interesse nel progetto di sviluppo per sistemi residenziali. Diversificate specifiche sulle dinamiche dell’abitare attraverso differenti percorsi di ricerca di progetto. Numerose le pubblicazioni su riviste specifiche e politiche, attualmente sviluppa con una nuova formazione dello studio Sciatto Produzie ricerche progettuali e teoriche inerenti all’abitare critico.
ecn.org/sciattoproduzie
meramadera.noblogs.org

Francesca Iovino

Francesca Iovino bio

Francesca Iovino is independent researcher with a phd on architectural project and urban planning. After a post-graduation research at T.U. of Delft (Netherland) on the evolution of intervention policies and project developments regarding the residential planning of new metropolitan areas, a subsequent commitment as faculty professor – at First Architecture Faculty of Rome – with a strong experience on leading thesis workshops for experimental residential projects. Team leader at Sciatto produzie studio with specifical interests in projects of developping system for residential purposes. Several interests about new frontiers of dwelling through different paths of research: projects and writings. Different specifications the dynamics of living through different avenues of research project. Numerous publications on specific and political magazines, currently with a new line of study Sciatto Produzie develope design research and theory relating to critical housing. ecn.org/sciattoproduzie meramadera.noblogs.org

BaBeL2 talk – Massimo Ilardi-BaBeL2 talk – Massimo Ilardi

Massimo Ilardi

Massimo Ilardi bio

Massimo Ilardi insegna Sociologia Urbana presso la Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno Università di Camerino. E’ direttore della rivista Gomorra. Ha pubblicato L’individuo in rivolta. Una riflessione sulla miseria della cittadinanza (1995), Nel territorio della strada (2002), Negli spazi vuoti della metropoli (1999), Nel territorio del consumo totale (2004), Il tramonto dei non luoghi (2007).

Massimo Ilardi

Massimo Ilardi bio

Massimo Ilardi is a professor in Urban Sociology in the Department of Architecture of Ascoli Piceno at Università di Camerino. He is the editor of Gomorra Magazine. He has published L’individuo in rivolta. Una riflessione sulla miseria della cittadinanza (1995), Nel territorio della strada (2002), Negli spazi vuoti della metropoli (1999), Nel territorio del consumo totale (2004), Il tramonto dei non luoghi (2007).

BaBeL2 talk – Pulska grupa-BaBeL2 talk – Pulska grupa

Emil Jurcan

Pulska grupa bio _ Emil Jurcan

Pulska Grupa immagina la città come uno spazio collettivo che appartiene a coloro che lo vivono. Coloro che abitano la città hanno il diritto di trovarve le condizioni per la loro realizzazione politica, sociale, economica ed ecologica e al tempo stesso assumendo doveri di solidarietà. La dialettica capitalistica basata sulla differenza in bene pubblico e privato blocca questo concetto della città. Da questi due poli emergono lo stato e il mercato come gli unici due soggetti. Pulska grupa vuole uscire da questa dialettica, non concentrandosi su un eventuale “terzo soggetto”, ma su un gruppo di soggettività collettive e su quanto in comune essi hanno. Intendono questo come valore non materiale prodotto attraverso le differenze, le comunicazioni e l’esperienza sociale. Solo se questi valori comuni riescono a sfuggire alla dialettica capitalista pubblico-privato si può mantenere aperto il loro valore non materiale. Solo in questo modo hanno potenziale per diventare produttivi, per diventare un mezzo di produzione.
sites.google.com/site/pulskagrupa
p2pfoundation.net/Pulska_Grupa

Emil Jurcan

Pulska grupa bio _ Emil Jurcan

Pulska grupa imagine city is a collective space which belongs to all those who live in it, who have the right to find there the conditions for their political, social, economic and ecological fulfillment at the same time assuming duties of solidarity. This concept of the city is blocked by capitalist dialectic based on difference in public and private good. From these two poles State and Market emerge as the only two subjects. They want to this dialectic, not to focus on eventual “third subject”, but on a group of collective subjectivities and the common that they produce. They understand common as non material value produced through differences, communications and social experience. Only if these common values manage to escape being captured by the capitalist public-private dialectic they keep their non material value open and they have potential to become productive, to become a mean of production.
sites.google.com/site/pulskagrupa
p2pfoundation.net/Pulska_Grupa

BaBeL2 – Diritto alla Città-BaBeL2 – Right to the City-BaBeL2 – Droit à la ville

illustrazione di Veronica Felner
illustrazione di Veronica Felner
BaBeL2 – Diritto alla Città

Spostamenti fisici e concreti di popolazioni, usi diretti della città attraverso ripetute espulsioni, o usi indiretti, tramite movimenti del mercato: qui, all’interno di queste “scenografie” noi abitiamo. Siamo gli attori mai protagonisti. In questa realtà contemporanea il concetto di “diritto alla città”, come descritto da Henri Lefebvre, si trasforma in azione operativa e funzionale per la rivendicazione del concreto e organico “diritto alla vita urbana” attraverso due valori essenziali. Partecipazione come fondamentale necessità all’esercizio di una concreta influenza sulle politiche di disegno urbano.
E appropriazione quale conseguente incursione nelle dinamiche lucrative di uso e consumo del territorio.

 

Reclamando ed esercitando il diretto “fare uso” del territorio urbano all’interno del Forte Prenestino a Roma si propongono e si attivano laboratori di riflessione o di progettazione. BaBeL2 – biennale indipendente dell’abitare critico è un festival di produzioni, un luogo in cui produrre idee e spazi.
Attraversando pratiche e condizioni diverse dell’abitare, BaBeL2 riconosce e scopre un vivere quotidiano “critico” che metta in evidenza scenari eterogenei e poliformi, relativi all’abitare critico inteso come “abitare la crisi” e come “abitare consapevole”. Attivando spazi dove poter far coincidere e far interagire percorsi e ricerche, esperienze e teorie. Perché BaBeL2 è una trama complessa e vuole essere attivamente una babele sotto forma di organismo capace di produrre differenti altri organismi, capace di costruirsi come una macchina che si espande secondo diramazioni multiple e composite. Un evento sperimentale in cui interagiscano le teorie sull’architettura e sullo spazio urbano con l’architettura come pratica dell’agire, come azione e attività connessa alla disciplina teorica.

 

Il festival BaBeL2 è dedicato alla memoria e alla battaglia di Jolanta Brzeska attivista che ha fondato l’Associazione per i Diritti degli Inquilini di Varsavia, la cui lotta contro l’aumento degli affitti è stata fermata con la sua uccisione: il 1 marzo 2011 il suo corpo carbonizzato è stato trovato nella foresta alla periferia della città. Rivendichiamo giustizia per la morte di Jola. Perché i cittadini sono la città. Perché ridurre la città a semplice merce e i suoi abitanti a mero capitale umano rende necessario un’opposizione che reclami la stessa città nel suo significato e nei suoi contenuti. Perché il diritto all’abitare, il diritto alla città e alla partecipazione al suo assetto e ai suoi mutamenti è criterio di riferimento nella costruzione di scenari diversi in cui essere protagonisti.

illustrazione Veronica Felner

illustrazione di Veronica Felner
illustrazione di Veronica Felner
BaBeL2 – Diritto alla Città

illustrazione di Veronica Felner
illustrazione di Veronica Felner
BaBeL2 – Diritto alla Città

BaBeL2 – Central Unit Design-BaBeL2 – Central Unit Design

Central Unit Design

Central Unit Design

Expanded Shelter – progetto di autocostruzione di orti e giardini mobili, architetture arboree e laboratori ecologici, per consentire alla natura di riconquistare un ruolo primario nei quartieri della città.

centralunitdesign.comCentral Unit Design

Central Unit Design

Expanded Shelter – self construction project for mobile gardens, architecture tree and ecological laboratories, to allow nature to regain a leading role in the neighborhoods of the city.

centralunitdesign.com