Archivi categoria: Abitare Critico

BaBeL 2 – Dep-BaBeL 2 – Dep

Dep//Viper

Dep djset 18.05.2012

Underground sound system europep nato a Roma nel1998. Creato da un gruppo di individui provenienti da esperienza e background diversi che coinvolgono misica, arte, grafica, performance e tantissimi supporters che, in 13 anni di vita hanno organizzato eventi in Italia, Spagna, Portogallo, Francia, Inghilterra, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria, Germania e nel continente sudamericano, collaborando con realtà storiche del movimento underground europeo e non solo nella realizzazione di freeparty, freefestival, teknival, street parade, inspirate a quello che lo scrittore Hakim Bay nel suo libro omonimo ha definito T.A.Z., zone temporaneamente autonome.

Dep//Viper

Dep djset 18.05.2012

Underground sound system European born in Rome in 1998. Created by a group of individuals from diverse backgrounds and experience involving misica, art, graphics, performance and plenty of supporters who, in 13 years of life have organized events in Italy, Spain, Portugal, France, England, Czech Republic, Poland, Hungary, Germany and in South America, working with the historical realities of the underground movement in Europe and beyond in making freeparty, freefestival, teknival, street parade, breathe in what the writer Hakim Bay in his eponymous book called TAZ, temporary autonomous zones.

BaBeL 2 – Viper-BaBeL 2 – Viper

Dep//Viper

Viper djset 18.05.2012

Underground sound system europep nato a Roma nel1998. Creato da un gruppo di individui provenienti da esperienza e background diversi che coinvolgono misica, arte, grafica, performance e tantissimi supporters che, in 13 anni di vita hanno organizzato eventi in Italia, Spagna, Portogallo, Francia, Inghilterra, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria, Germania e nel continente sudamericano, collaborando con realtà storiche del movimento underground europeo e non solo nella realizzazione di freeparty, freefestival, teknival, street parade, inspirate a quello che lo scrittore Hakim Bay nel suo libro omonimo ha definito T.A.Z., zone temporaneamente autonome.

Dep//Viper

Viper djset 18.05.2012

Underground sound system European born in Rome in 1998. Created by a group of individuals from diverse backgrounds and experience involving misica, art, graphics, performance and plenty of supporters who, in 13 years of life have organized events in Italy, Spain, Portugal, France, England, Czech Republic, Poland, Hungary, Germany and in South America, working with the historical realities of the underground movement in Europe and beyond in making freeparty, freefestival, teknival, street parade, breathe in what the writer Hakim Bay in his eponymous book called TAZ, temporary autonomous zones.

BaBeL2 workshop – Map-it report-BaBeL2 workshop – Map-it report

map-it workshop
MAP-it workshop

MAP-it / laboratorio di mapping partecipativo

Ecco il report del workshop di MAP-it che si è svolto nel BaBeL2 di novembre con il supporto di Thomas Laureyssens: lo puoi leggere intanto in inglese a questo indirizzo www.map-it.be/mapping-reports/babel2-critical-living, postiamo al più presto una versione italiana sul sito… sono a disposizione tutti i materiali grafici e il processo di svolgimento del lavoro, oltre ovviamente alle mappe che ne sono il risultato, e che possono servire come linea guida per le proposte per BaBeL2 di maggio.
Questo metodo di analisi e resa grafica di un processo nello spazio e nel tempo è Map-it system, il risultato di un progetto collaborativo tra Social Spaces (Media, Arts & Design Faculty), Cultural Studies (University of Leuven), Z33 – house for contemporary art,  Expertise Center for Digital Media (UHasselt) e BAM. MAP-it

map-it workshop
MAP-it workshop

MAP-it / a participatory mapping workshop

Here the report of MAP-it workshop hold in last November BaBeL2 event with the support of Thomas Laureyssens, this is the link www.map-it.be/mapping-reports/babel2-critical-living, where you find all the graphic sheets and the workflow, and the maps, of course. These are a result and a guideline for any work proposal to be developed in the next may event of BaBeL2.
This method to visualise a process in space and time, in a low-tech is MAP-it, the result of a collaborative project between research group Social Spaces (Media, Arts & Design Faculty),Cultural Studies (University of Leuven), Z33 – house for contemporary art, the Expertise Center for Digital Media (UHasselt) and BAM. MAP-it

BaBeL2 incontri-BaBeL2 meetings

hands brain photo
brainstorming

BaBeL2 in costruzione

Per organizzare il festival di Maggio abbiamo deciso di fissare alcune riunioni di brainstorming con tutte le realtà o le singole persone interessate a seguire il percorso BeBeLico o a svolgere qualche attività nel festival. la prima riunione è fissata per il 15 DICEMBRE a FORTEPRENESTINO, ore 20,00 puntuali, appuntamento nel corridoio d’ingresso.
Il calendario degli altri incontri prevede
GIO 12 GENNAIO Hr20,00
GIO 16 FEBBRAIO Hr20,00
GIO 15 MARZO Hr20,00
ATTENZIONE la data dell’incontro di Aprile è cambiata
MER 18 APRILE Hr20,00
e NON
GIO 12 APRILE Hr20,00
al FORTEPRENESTINO
appuntamento nel corridoio d’ingresso.

hands brain photo
brainstorming

BaBeL2 underconstruction

To organize the May festival we want to hold some brainstorming meetings with all the people interested to join BaBeL in its way, or to propose some project for the spring event. The first meeting is on DECEMBER 15th at FORTEPRENESTINO, at 20.00, meeting at the entrance hall.
other dates
THU JANUARY 12th Hr20,00
THU FEBRUARY 16th Hr20,00
THU MARCH 15th Hr20,00
ATTENTION April meetig has changed is:
WED APRIL 18 Hr20,00
e NOT
THU APRIL 12th Hr20,00
@ FORTEPRENESTINO

BaBeL2 intervista-BaBeL2 interview

aricolo sole24casa
La residenza si rigenera

BaBeL2 Press

“Criteri adattabili all’edilizia resi­denziale che, rispetto alle infrastrut­ture, conduce a risparmi più piccoli su interventi minori, ma potenzial­mente più numerosi. A Roma in pri­mavera si svolgerà un festival sul­l’abitare critico per analizzare que­ste tematiche. Tra gli organizzatori c’è l’architetto Francesca Iovino, do­cente a contratto all’Università di Chieti e alla Sapienza, che spiega: «Durante il festival Babel, che si svolgerà a maggio, studieremo espe­rienze spontanee di autocostruzio­ne e di autorecupero». Attraverso workshop con professionisti e ricer­catori internazionali, si affronteran­no anche temi come la decontestua­lizzazione dell’oggetto, «al quale vie­ne dato nuovo significato nell’atto del riuso – aggiunge -. In Italia non se ne parla mai e dobbiamo chiama­re professionisti dall’estero». A Utre­cht, per esempio, si è svolto un evento sull’architettura “parassita”, «Pa­rasite Paradise»: di italiani neanche l’ombra, fatta eccezione per un pro­getto artistico di Vito Acconci (che però si è formato e vive a New York).”
Sole24ore/Casa 24 Plus – Giovedì 1 Dicembre 2011 – La residenza si rigenera di Cristiana Raffa. Articolo completo in pdf: scarica qui o leggi online qui www.casa24.ilsole24ore.com

aricolo sole24casa
regenerating residence

BaBeL2 Press

“Criteria suitable for residential building that, compared to infrastructural projects, leads to smaller savings in interventions that are of minor entity, but potentially more numerous. In Rome in the next spring there will be a critical analysis of these issues during a festival on housing. Among the organizers is Francesca Iovino, architect, adjunct professor at the University of Chieti and La Sapienza, who explains: “During the festival Babel, to be held in May, we will study spontaneous experiences of self-construction and self-recovery.” Through workshops with international professionals and researchers, it will also address issues like contextualization of the object, “which is given new meaning in the act of re-use. – adds – In Italy no one ever talks about it and we have to call professionals from abroad. “In Utrecht, for example, they have held an event on the “parasite” architecture , “Parasite Paradise”: No Italians in it, except for an art project of Vito Acconci (though it is formed and lives in New York) .”
Sole24ore/Casa 24 Plus – Giovedì 1 Dicembre 2011 – La residenza si rigenera di Cristiana Raffa. Downoload here the complete article or read online here www.casa24.ilsole24ore.com

BaBeL2 controcartografie 01-BaBeL2 countermapping 01

Tag Cloud Abitare Critico
Tag Cloud dell’Abitare Critico
BaBeL2 MAP experimental

Qui sotto la prima mappa sperimentale dell’Abitare Critico che sarà distribuita gratuitamente nella prima session di BaBel2, perchè il 99% ha diritto alla città. Le parole chiave del wikibabel

Map.01 BaBeL2
Map.01 BaBeL2

e qui i link per scaricare le cartografie esposte a BaBeL2
MAP-It///www.map-it.be/
BaBeL2///Critical Housing Map
Universitè Tangente///utangente.free.fr/
Sciatto Produzie/// isole.ecn.org/sciattoproduzie/
Iconoclasistas///www.iconoclasistas.com.ar/
Ashley Hunt///ashleyhuntwork.net/
Bureau d’Etudes///bureaudetudes.org/

Tag Cloud Critical Housing
Tag Cloud dell’Abitare Critico
BaBeL2 MAP experimental

Check out the first experimental map of Critical Housing, you will find it for free at the first BaBeL2 session. ‘Cause the 99% claims the right to the city. Keywords of wikibabel

Map.01 BaBeL2
Map.01 BaBeL2

here the links to the cartographies in BaBeL2.
MAP-It///www.map-it.be/
BaBeL2///Critical Housing Map
Universitè Tangente///utangente.free.fr/
Sciatto Produzie/// isole.ecn.org/sciattoproduzie/
Iconoclasistas///www.iconoclasistas.com.ar/
Ashley Hunt///ashleyhuntwork.net/
Bureau d’Etudes///bureaudetudes.org/

BaBeL2 on workBaBeL2 on work

conversation map di Warren Sack
mappa di Warren Sack

Il Festival e la Rete

La prima Biennale dell’Abitare Critico a Roma è un progetto laboratorio per sperimentazioni, riflessioni, ricerche, dibattiti che si concentrano e s’inoltrano nello spazio/mondo dell’abitare.


Differenti le proposte e i modi per interagire e per affrontare in maniera anche pragmatica un universo così complesso. Ci saranno lectures e seminari: interventi che racconteranno progetti, idee, ricerche. Ci saranno tavole rotonde: contributi plurimi che attiveranno canali diversi per discussioni e riflessioni aperte. E ci saranno anche workshops: laboratori per attività di progettazione teorica e per pratiche progettuali da tradurre nell’immediato in elementi costruiti, realizzati. Non mancheranno spazi per il mostrare, ma potremo definirli come “esposizioni dinamiche” o “esposizioni interattive”, lontane dalle logiche della semplice vetrina. E ognuna di queste sezioni sarà supportata da una banda larga di interattività: il festival sarà rete di connessioni internazionali attraverso contributi in streaming, relazioni, collaborazioni o partecipazioni che viaggiano in networking.


Ci si può aggirare in un territorio ‘narrativo’ che racconta storie diverse dell’abitare un luogo, una città o una casa. Una mappa di spazi o postazioni aperti a studenti e a tutti coloro che vogliono esporre e condividere la propria esperienza, le proprie sperimentazioni. Una piattaforma su cui agire e muoversi all’interno di questa babele organica che si offre come terreno d’innesco per la propagazione di successive indagini, progettazioni, produzioni.


Babel2, laboratorio sull’Abitare Critico è un appuntamento dove costruire narrazioni per il vivere fuori e dentro lo spazio costruito, per divulgare pensieri ed esperienze di un abitare diverso, e ancora per narrare storie di esclusione o di sopravvivenza, per raccontare la vita in luoghi di eccezione distintamente dimenticati o definitivamente separati.

conversation map di Warren Sack
mappa di Warren Sack

The Festival and the Net

The first Biennale of Critical Housing in Rome is a project-laboratory for experimentation, reflection, research and debates focused on the world, spaces and meanings of dwelling.


Such a complex universe will be explored, traversed and experienced through seminars, lectures and round tables aimed at bringing attention to projects, ideas and research about different and new ways of dwelling and inhabiting space. Participants will activate workshops and studios where to elaborate theories and practices of critical dwelling that will find an immediate application through the construction of models as well as elements pertinent to the discussion and themes discussed. “Dynamic” exhibitions will complement the theoretical and practical analysis. An international broad band of activities in streaming, the festival is also conceived also as a network of connections, collaborations and participations from different parts of the world.


Visitors and participants to the festivals will have the opportunity to roam a narrative territory that tells stories about dwelling in particular places, cities and homes and be familiar with a space open to students and to all who wants to bring and share their experiences and their experimentations. Babel2 is platform on which act upon that is both a plug and the catalyst for the propagation of successive research, projects and production.


Babel2, laboratory on Critical Housing, is an appointment where to build narratives about dwelling and living inside and outside the built space, to propagate thoughts and experiences of and for a different living, and more: to narrate stories of exclusion or survival, to tell stories of about places that are forgotten or separated.

BaBeL2 abitare criticoBaBeL2 critical housing

Veronica Felner Rock N Roll Nigger
illustrazione di Veronica Felner

BaBeL2 ~ abitare critico / prima biennale indipendente.

Attraversando pratiche e condizioni diverse di abitare, cerchiamo di riconoscere ma anche di scoprire un vivere quotidiano ‘critico’ che apra scenari eterogenei e poliformi: dalle risorse e dagli interventi di bio-compatibilità applicata direttamente allo spazio casa come al territorio in cui si abita, alle diverse esperienze di un abitare che si auto-organizza, alle proposte di attrezzature, alla condivisione di sperimentazioni e indagini. Babel2 vuole diventare tutto questo, attivando spazi per poter far coincidere e far interagire percorsi e ricerche, per convogliarli verso una specie di training aperto e pubblico sull’abitare. Vuole essere attivamente una babele sotto forma di organismo capace di produrre differenti altri organismi, capace di costruirsi come una macchina che si espande secondo diramazioni multiple e complesse.

 

All’interno del territorio del centro sociale Forte Prenestino a Roma, negli ambienti al chiuso come nelle zone all’aperto, si propongono e si attivano laboratori di riflessione o di progettazione. Costruire è la “prescrizione” principale. Costruire quel che s’immagina, o anche costruire quel che si è già immaginato, o semplicemente raccontare un’idea di costruzione per provocare interazioni dirette, per attivare saperi differenti, per dibattere e confrontarsi, per aprire l’universo abitare insomma e condividere esperienze in una babele di informazioni e di sperimentazioni. Un festival di produzioni dunque, un luogo in cui produrre idee e produrre spazi, aperto a connessioni multiple tra ragionamenti e aspirazioni in stretta relazione con il vivere quotidiano.

 

Lungo i diversi ambiti o sezioni di lavoro in cui è possibile avventurarsi, il meccanismo di “produzione” è visibile e condivisibile: in Babel2 si è protagonisti di un processo che semplicemente si mostra ma che si configura anche nel corso del festival, rendendo partecipe del suo evolversi il singolo fruitore/uditore. Una processualità che si fa oggetto di attenzione, percorso allo scoperto in grado di attivare ulteriori traiettorie di azione.

illustrazione Veronica Felner

Veronica Felner Rock N Roll Nigger
illustrazione di Veronica Felner

BaBeL2 ~ critical housing/ first independent biennale

Through the analysis of practices and of different modes of living we try to recognize and to discover a ‘critical’ everyday that opens heterogeneous of multiform scenario: from resources to biocompatibility directly applied to homes and the territory and from self-organization to physical structures and the sharing of experimentations and research. By activating the spaces inside the Centro Sociale Forte Prenestino, Babel2 wants to create an opportunity, open and public, where different paths and research about dwelling meet, cross and learn from each other. As a rhizomic and multiform organism, Babel2 wants to create other organisms according to multiple, complex and unpredictable pathways.

 

Using the closed and open spaces inside the perimeter of the Centro Sociale Forte Prenestino in Rome, we will activate special laboratories where participants will propose, reflect, discuss, imagine and build what comes out of the discussion or what it has been already imagined in other moments and places. By the direct interaction of different knowledge and experience, Babel2 provides a space where the universe “dwelling” is open and other uses ideas, and aspirations in close connection with the everyday are explored, understood, and legitimated.

 

The different sections of the Biennale will make the mechanism of production visible and interactive: at Babel2 you are the active protagonist of a self-evident process that manifests and realizes itself in the course of the festival. Such a process is the object and subject of attention, an open path able to activate new trajectories of action.

illustrazione Veronica Felner