BaBeL2 – Nadia Len-BaBeL2 – Nadia Len

Nadia Len
anonymous

Nadia Len

Nadia Len è una ricercatrice politicamente attiva, film maker coinvolta in molti progetti creativi. I suoi interessi includono la teoria dei media, il fallimento in lotte politiche, l’uso del territorio e la proprietà, la storia e la filosofia. Ha trascorso la maggior parte della sua vita in giro per l’Europa coinvolta in diverse lotte politiche e vuole ancora cambiare il mondo.

Nadia Len

Nadia Len

Nadia Len is a politically active researcher and at times maker of films and other creative projects. Her interests include media theory, failure in political struggles, land use and property, history and philosophy. She has spent most of her life living around Europe involved in various political struggles, and still wants to change the world.

BaBeL2 music – WARBEAR-BaBeL 2 music – WARBEAR

Warbear
WARBEAR

WARBEAR DJset 17.05.2012

Warbear ha prodotto ed è stato resident Dj di feste ed eventi diversi. Attualmente è resident al FABtory di Berlino con le sue due produzioni: Mirror Mirror e la FAB evento queer. I suoi stili sono radicati in due aree: melodie esplosive suicide per la macellazione di una pista da ballo con una costante ricerca sui bootleg impossibili, mentre il secondo è un progetto di back2back con la romana Dj Trix chiamato TWB (TrixWarBear) dove la techno diventa il modello principale in cui introdurre musica incredibilmente strana, campioni vocali, strumenti, rumori bianchi e parole parlate.
warbear.org

Warbear
WARBEAR

WARBEAR DJset 17.05.2012

WARBEAR produced and was resident Dj of different parties and events. He is now resident of FABtory Berlin with its two productions: Mirror Mirror and the queer event FAB. His styles are rooted in two areas: Suicidal banger tunes for a dance floor slaughter with a constant research on impossible bootlegs while the second is a back2back project with the roman Dj Trix called TWB (TrixWarBear) where techno becomes the main pattern in which to seed incredibly strange music, voice samples, tools, white noises and spoken words.
warbear.org

BaBeL2 – Gluck channel TV-BaBeL2 – Gluck channel TV

Gluck channel TV

Gluck channel TV

Glückchannel è una piattaforma di comunicazione nata circa un anno fa con l’ambizione di crescere come soggetto aperto e collettivo e diventare un’opportunità per creare occasioni di dibattito e confronto con l’obiettivo di esplorare, attraverso lo strumento digitale, il ruolo centrale che l’architettura ha sulla vita di ognuno di noi e quanto questa disciplina influenzi direttamente le scelte che compiamo giornalmente. Un contenitore attivo senza limiti spaziali, focalizzato sul rendere l’architettura un tema condiviso e partecipato, un modo per parlare di architettura toccando in modo diretto la vita quotidiana delle persone. Glückchannel intende distribuire e produrre eventi, rubriche, interviste, approfondimenti, incoraggiando la partecipazione degli utenti alla nostra programmazione e la condivisione della conoscenza. Un nuovo format per catalizzare pensieri ed energie inediti che si muovono nelle pieghe di un territorio che si reinventa continuamente alla ricerca di nuove forme dell’abitare.

gluckchannel.tvGluck channel TV

Gluck channel TV

Glückchannel is a communication platform born about a year ago with the ambition to grow as an collective open individual and become an opportunity to create opportunities for discussion and comparison with the objective of exploring, through the digital instrument, the central role that architecture has on the lives of everyone and how this discipline directly affects the choices we make daily. An active container unlimited space, focused on making architecture and participated in a shared theme, a way to talk about architecture directly touching the lives of everyday people. Glückchannel intends to distribute and produce events, columns, interviews, discussions, encouraging user participation in our planning and sharing of knowledge. A new format to catalyze unusual thoughts and energies that move in the folds of a territory that reinvents itself constantly looking for new ways of living.

gluckchannel.tv

BaBeL2 – Workshop-BaBeL 2 – Workshop

workshop cantieri comuni
workshop cantieri comuni

Workshop artistico per bambini con Cantieri Comuni

La città come un esteso tavolo da gioco, dove bambini e ragazzi possono muoversi liberamente, in autonomia, trovando occasioni e spazi di gioco diffusi e a statuto differente. Restituendo alla città la sua funzione di spazio della crescita e della scoperta si offre ai cittadini più piccoli la possibilità di vivere quelle esperienze ambientali e sociali fondamentali al loro sviluppo cognitivo.
Il workshop vuole coinvolgere i più piccoli a pensare lo spazio secondo la loro immaginazione attraverso il gioco, sperimentando con loro la realizzazione di opere con materiali di recupero.


per partecipare scrivere a:
info(at)cantiericomuni.org
www.cantiericomuni.org

workshop cantieri comuni
workshop cantieri comuni

BaBeL2 – Globster_A-BaBeL2 – Globster_A

Globster_A
Globster_A progetto muffe

Globster_A

GLOBSTER_ A collettivo di architettura fondato da Erika Marangi , Chiara Casco e Massimiliano Amati in occasione del BABA festival, il festival di arti irregolari ed eccentriche di Roma; il collettivo partecipa all’evento BABA costruendo un plastico fatto di gomme da masticare filate intorno ad una struttura di aste di legno ancorate ad una base di poliplat. Quel che ne è risultato è uno scenario organico, concettualmente simile ad un termitaio, dove il materiale da costruzione deriva direttamente dall’elaborazione chimica del corpo che immagina e produce Architettura. Come le formiche, anche i Globster_A condividono la loro saliva nell’ambizione di configurare una spazialità progressiva, che cresce a ritmo di mascelle, producendo forme inaspettate.
globster-a.tumblr.com

Globster_A
Globster_A progetto muffe

Globster_A

A GLOBSTER_, architecture collective founded by Erika Marangi, Chiara Casco and Massimiliano Amati at BABA festival, the festival of irregular and eccentric arts in Rome. The collective took part at BABA building a chewing gum model made ​​of spun around a structure of wooden rods anchored to a base of foam core. The scenario was organic, conceptually similar to a termite mound where the building material directly derived from processing the body chemistry that imagines and produces architecture. Like ants, also Globster_A share their saliva ambition to set up a progressive space, which is growing at a rate of jaws, resulting in unexpected forms.
globster-a.tumblr.com

BaBeL2 – Interazioni urbane-BaBeL2 – Urban interactions

Interazioni Urbane

Interazioni Urbane

Interazioni Urbane è un’Associazione di Promozione Sociale, composta da giovani architetti e arricchita dal quotidiano apporto di professionisti di altre discipline sociali. L’Associazione non ha fini di lucro ed ha per scopo l’elaborazione, promozione e realizzazione di progetti di solidarietà sociale, tra cui l’attuazione di iniziative educative e culturali. Principale obiettivo dei progetti e delle iniziative promosse è l’elaborazione di soluzioni creative per intervenire nei contesti disagiati delle realtà urbane contemporanee e sensibilizzare la cittadinanza ai diritti umani nella loro universalità. L’Associazione persegue altresì finalità di cooperazione internazionale negli ambiti del recupero e della riqualificazione urbana. Affrontiamo situazioni di emergenza abitativa, ambientale e sociale mettendo a frutto la nostra creatività e professionalità. Sperimentiamo e documentiamo nuove forme di partecipazione nel processo progettuale e realizzativo degli interventi promossi. Cooperiamo con enti, istituzioni e comunità locali per intervenire attivamente e creativamente nei “luoghi irrisolti” delle realtà urbane. Interagiamo con studenti e professionisti al fine di promuovere lo scambio e il confronto culturale, attraverso workshop, mostre, conferenze, eventi e altri momenti di aggregazione. Concretizziamo i nostri intenti mediante un laboratorio creativo itinerante e multiforme.
interazioniurbane.org

Interazioni Urbane

Interazioni Urbane

Urban interactions is an Association of Social Promotion, formed by young architects and enriched by the daily intake of professionals from other social disciplines. The Association is a non-profit organization and has as its purpose the development, promotion and implementation of projects of social solidarity, including the implementation of educational and cultural initiatives. The main objective of the projects and initiatives is to develop creative solutions to intervene in disadvantaged contexts of contemporary urban reality and sensitize citizenship to human rights in their universality.
interazioniurbane.org

BaBeL2 -DYM 0.0.1-BaBeL2 -DYM 0.0.1

DYM 0.0.1

DYM 0.0.1

DYM è un gruppo eterogeneo di designer, architetti e artisti visuali, che sperimenta le possibilità dei media interattivi come mezzo espressivo da attuare nei contesti urbani. Si pone l’obiettivo di creare esperienze sinestetiche, concentrandosi sull’informazione e sullo spostamento di senso che l’immaginario video può generare in contesti non usuali. E’ un progetto aperto e in continua evoluzione che si adatta di volta a contesti specifici.

DYM 0.0.1

DYM 0.0.1

DYM is a heterogeneous group of designers, architects and visual artists who experimented with the possibilities of interactive media as a medium to carry out in urban contexts. It aims to create synesthetic experiences, focusing on information and on the displacement of meaning which the imagination can create videos in unusual contexts. It ‘a project open and constantly evolving to fit from time to specific contexts.

BaBeL2 – Workshop-BaBeL 2 – Workshop

reworkshow/superfluo
reworkshow/superfluo

Workshop di autocostruzione con Reworkshow/Superfluo (Italia)

Dalla collaborazione dei due giovani collettivi romani Laboratorio Urbano Reworkshow e Studio Superfluo nasce la proposta di un workshop di progettazione ed autocostruzione; il cui duplice intento è di sperimentare una pratica costruttiva basata l’autorecupero e sullo scambio dei saperi, parallelamente a una speculazione teorica sulla sulla dimensione sociale ed abitativa del Forte, stimolando la sensibilità dei partecipanti nella produzione di immaginari paralleli e possibili alternative.:
1. Workshop di progettazione delle piazze d’armi e del fronte dei laboratori che affacciano su di essa, intesi come due aspetti distinti di un unico sistema organico.
A partire un percorso condiviso di ricerca ed individuazione delle problematiche, delle esigenze e dei punti di forza, verranno prodotte delle proposte di configurazione alternative, trasmesse al pubblico tramite tecniche che vanno dal disegno a mano libera al collage fotografico.
Verranno inoltre realizzati piccoli interventi puntuali atti a comunicare da un punto di vista pratico le intenzioni esplicitate durante il processo di analisi e di dibattito.
2. Workshop di autocostruzione di una struttura-prototipo realizzata con materiali di recupero da installare nello spazio esterno delle piazze d’armi. Come supporto al workshop, Studio SuperFluo presenterà OpenCrafts.org beta version, una piccola guida contenente le tecniche di lavorazione base per l’autocostruzione di oggetti con il legno dei pallet. Il manuale intende avviare un progetto più ampio, la realizzazione di una grande community online di saperi user generated, dove gli utenti potranno condividere il proprio saper fare in merito ai metodi di lavorazione con materiale di recupero.

PROGRAMMA
15.05 Giornata introduttiva. Condivisione del materiale raccolto durante l’analisi e il sopralluogo. Esposizione ai partecipanti delle modalità di intervento progettuali e costruttive. Divisione in gruppi di lavoro e comunicazione della programmazione successiva.
16.05 Tavola rotonda di progettazione di proposte alternative per le piazze d’armi e per il fronte dei laboratori. Individuazione degli interventi puntuali possibili e valutazione della loro realizzabilità] + [Costruzione della struttura- prototipo]
17-18.05 Pubblicazione del materiale grafico prodotto. Reperimento dei materiali di recupero e realizzazione da parte di piccoli gruppi di interventi localizzati precedentemente discussi in sede di progettazione] + [Costruzione della struttura-prototipo]
19.05 Chiusura e pulizia del cantiere costruttivo. Preparazione dell’allestimento.
20.05 Giornata conclusiva del workshop. Esposizione dei lavori progettuali e costruttivi tramite un percorso organico.



per partecipare scrivere a:
reworkshow(at)gmail.com
studio.superfluo(at)gmail.com
http://reworkshow.wordpress.com/
http://www.studiosuperfluo.com/

BaBeL2 – Workshop-BaBeL2 – Workshop

collettivo Orizzontale
Orizzontale

Workshop di autocostruzione con Orizzontale e Todo por la Praxis

Il collettivo Orizzontale vi invita a partecipare a un workshop di autocostruzione per intervenire su quella “no man’s land” rappresentata dall’emiciclo all’ingresso del Forte, uno “spazio di soglia” molto particolare nel quale città e centro sociale si sfiorano.
Consapevoli della delicatezza degli equilibri che regnano in un tale spazio il collettivo propone la progettazione di elementi temporanei per uno spazio comune nel quale i legami tra il Forte e la Città possano svilupparsi con inedite modalità.

Il progetto si articolerà in tre settori:
1. La creazione di una serie di piattaforme che rendano “abitabile” lo spazio scosceso circostante l’emiciclo, alcune delle quali sconfinino nello spazio interno funzionando anche come regolatori mobili per l’accesso alle macchine.
2. La realizzazione di un sistema di illuminazione pensile controllato dall’interno del Forte che renda più accogliente l’attraversamento dell’emiciclo e che al tempo stesso costituisca una scenografia luminosa per le attività che vi si svolgeranno.
3. La realizzazione di una piccola struttura in forma di micro-gazebo o “info-box” multifunzione che ospiti alcune delle attività di supporto alle attività del Forte (biglietteria, bar, ecc.)



Orizzontale

per partecipare scrivere a:
kiuiworkshop(at)gmail.com

http://www.orizzontale.org/
http://www.kiuiproject.eu/

collettivo Orizzontale
Orizzontale

Self construction workshop with Orizzontale

Il collettivo Orizzontale invites students take part in a self-construction workshop acting on that “no man’s land” represented by the half at the Fort, a “space threshold” very particular in what city and community center graze.

Conscious of the delicate balances prevailing in this space the collective proposes the design of temporary elements for a common space in which bonds between the Fort and the City can develop with unprecedented ways.
The project is divided into three areas:
1. The creation of a series of platforms that make “livable” space surrounding the chamber
2. The creation of a lighting system controlled from the fort, which makes it more comfortable crossing the hemicycle and at the same time constitutes a bright backdrop for the activities that take place.
3. The creation of a small structure in the form of micro-gazebo or “information box” that houses some of the multifunctional activities to support activities of the Fort (ticket, bar, etc..)



to partecipate:
kiuiworkshop(at)gmail.com

http://www.orizzontale.org/
http://www.kiuiproject.eu/

critical housing

NL EN FR DE IT PT ES